Il significato di club, sinonimo di circolo, nei dizionari è indicato come gruppo di persone unite da interessi comuni: politici, culturali, sportivi, ricreativi, talvolta costituente un ente Club Alpino Italiano[1].

Il significato di associazioni diventa invece molto più articolato e comprende anche situazioni megative, non c’è un club contro qualcuno o qualcosa ma associazione si. Nella associazione fra persone si è impegnati a perseguire uno scopo comune, nel club si condivide soprattutto un ideale. Nelle associazioi esiste un soggetto associante che determina i benfici del soggetto associato, nel club i benifi sono uguali per tutti epredeterminati.

La società ma soprattutto la politica in questo paese ha cercato di gestire e controllare l’assoziazionismo e soprattutto il suo volontariato, operando sulla regolamentazione dell’azione comune e sui benefici dell’associante più che dell’associato, generando anche grandi aberrazioni.

Mi chiedo se in nostro club non sia abbastanza adulto, diffuso, preparato e affermato per essere partecipe all’azione cultuale, politica di questo paese per definire nell’assetto di club un semplice concetto di volontario e volontariato.

[1] Dizionario del Corriere dela Sera