Nella società attuale i giovani sono sempre più impegnati con il lavoro (se lo hanno) e la famiglia; hanno poco tempo da dedicare al volontariato e quindi al CAI. E' necessario, per coinvolgere i giovani, cercare di semplificare al massimo gli adempimenti burocratici. Molti giovani hanno anche difficoltà a intraprendere i percorsi per diventare istruttori  o accompagnatori titolati, perchè l'impegno richiesto è troppo gravoso. Vi sono soci validi che intraprendono il percorso, ma poi abbandonano perchè non compatibile con i loro impegni di lavoro e/o familairi. Sarebbe quindi auspicabile che i percorsi per diventare titolati fossero semplificati e si cercasse di tener conto degli impegni dei partecipanti.

La richiesta di semplificare i percorsi per diventare titolati è largamente condivisa nella mia sezione.